Il presente lavoro illustra il progetto e lo sviluppo di un prototipo di una macchina automatica per l’innesto erbaceo del pomodoro. Selezionando opportunamente innesto e portainnesto è possibile realizzare delle colture maggiormente robuste agli agenti patogeni e quindi in grado di ammettere una potenziale riduzione della richiesta di utilizzo di fitofarmaci. Il progetto è innovativo in quanto ad oggi tale tipo di operazione è effettuato in maniera prevalentemente manuale o, nel caso migliore, con macchine agevolatrici semiautomatiche. La macchina proposta è a comando elettro-pneumatico e presenta anche uno studio dettagliato riguardante le dita di presa realizzare per non danneggiare lo stelo delle piantine. L’automazione del ciclo di lavoro è ottenuto tramite l’utilizzo di un PLC.

PROTOTIPO INNOVATIVO DI MACCHINA PER L’AUTOMAZIONE DELL’INNESTO ERBACEO DEL POMODORO / Belforte, Guido; Eula, Gabriella; Raparelli, Terenziano; Sirolli, SILVIA ALESSANDRA; Piccarolo, Pietro; Gay, Paolo; Davide Ricauda Aimonino, ; Comba, Lorenzo. - ELETTRONICO. - luglio 2014:(2014), pp. 1-8. ((Intervento presentato al convegno 3° Congresso Nazionale del Coordinamento della Meccanica Italiana tenutosi a Napoli nel 30 giugno - 1 luglio 2014.

PROTOTIPO INNOVATIVO DI MACCHINA PER L’AUTOMAZIONE DELL’INNESTO ERBACEO DEL POMODORO

BELFORTE, GUIDO;EULA, Gabriella;RAPARELLI, TERENZIANO;SIROLLI, SILVIA ALESSANDRA;PICCAROLO, PIETRO;GAY, Paolo;Lorenzo Comba
2014

Abstract

Il presente lavoro illustra il progetto e lo sviluppo di un prototipo di una macchina automatica per l’innesto erbaceo del pomodoro. Selezionando opportunamente innesto e portainnesto è possibile realizzare delle colture maggiormente robuste agli agenti patogeni e quindi in grado di ammettere una potenziale riduzione della richiesta di utilizzo di fitofarmaci. Il progetto è innovativo in quanto ad oggi tale tipo di operazione è effettuato in maniera prevalentemente manuale o, nel caso migliore, con macchine agevolatrici semiautomatiche. La macchina proposta è a comando elettro-pneumatico e presenta anche uno studio dettagliato riguardante le dita di presa realizzare per non danneggiare lo stelo delle piantine. L’automazione del ciclo di lavoro è ottenuto tramite l’utilizzo di un PLC.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11583/2562355
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo