Nell’ambito della rivoluzione digitale il concetto di connessione assume una valenza cruciale, abilitando una visione trasversale di saperi, tecniche e strumenti. L’interscambio di dati i n ambienti informatici è regolato dalla capacità di interagire e funzionare, misurata nel grado di interoperabilità, che mira a garantire la migliore cooperazione tra sistemi o prodotti. L’articolo si propone di indagare l a relazione tra i l disegno analogico e la sua riformulazione digitale - assistita, ridefinita, ristrutturata, conformata, parametrizzata, perfino virtualizzata - vagliando nuove possibilità di concepire e costruire l a rappresentazione, sia come schematizzazione grafica di un pensiero, in forma artistica o i n forma tecnica, sia come strumento per comprendere o prefigurare. Specifici supporti hardware e software mirano a instaurare un continuum tra il tratto condotto a mano libera e l a sua formulazione analitica all’interno della gestione informatica. In questo senso, si introducono provocatoriamente termini come interattività e interoperabilità, non immediatamente associabili al disegno condotto a mano l ibera: la didattica del disegno si confronta su questi approcci con sempre maggiori aspettative, valutando l e opportunità e le modalità di inserimento di mirate esperienze formative, traguardando già nei primi anni accademici metodi e tecniche di rappresentazione utili per un arricchimento del profilo del futuro architetto o ingegnere. In the context of the digital revolution, the concept of ‘connection’ takes on a crucial value, enabling a transversal vision of knowledge, techniques and tools. The exchange of data in it environments is regulated by the ability to interact and function, measured by the degree of interoperability, which aims to ensure the best cooperation between systems or products. The article aims to investigate the relationship between analogue design and its digital reformulation - assisted, redefined, restructured, conformed, parameterized, even virtualized - exploring new possibilities of conceiving and constructing representation, either as a graphic schematization of a thought, in artistic or technical form, or as a tool to understand or prefigure. Specific hardware and software tools aim to establish a continuum between the freehand stroke and its analytical formulation within computer management. In this sense, terms such as interactivity and interoperability are provocatively introduced, which are not immediately associated with freehand drawing. Teaching is facing these approaches with ever-increasing expectations, evaluating the opportunities and methods for the inclusion of targeted training experiences. In this way, methods and techniques of representation useful for an enrichment of the outline of the future architect or engineer can be achieved already in the early academic years.

Interattività e interoperabilità nel disegno a mano libera: alcuni approcci digitali a supporto della didattica | Interactivity and Interoperability in the Freehand Drawing: Digital Approaches Supporting Education / Bocconcino, Maurizio Marco; Ugliotti, Francesca Maria. - STAMPA. - (2020), pp. 119-138. ((Intervento presentato al convegno 42° Convegno Internazionale dei Docenti delle Discipline della Rappresentazione Congresso della Unione Italiana per il Disegno tenutosi a Reggio Calabria - Messina (IT) - online nel 18 settembre 2020.

Interattività e interoperabilità nel disegno a mano libera: alcuni approcci digitali a supporto della didattica | Interactivity and Interoperability in the Freehand Drawing: Digital Approaches Supporting Education

Maurizio Bocconcino;Francesca Ugliotti
2020

Abstract

Nell’ambito della rivoluzione digitale il concetto di connessione assume una valenza cruciale, abilitando una visione trasversale di saperi, tecniche e strumenti. L’interscambio di dati i n ambienti informatici è regolato dalla capacità di interagire e funzionare, misurata nel grado di interoperabilità, che mira a garantire la migliore cooperazione tra sistemi o prodotti. L’articolo si propone di indagare l a relazione tra i l disegno analogico e la sua riformulazione digitale - assistita, ridefinita, ristrutturata, conformata, parametrizzata, perfino virtualizzata - vagliando nuove possibilità di concepire e costruire l a rappresentazione, sia come schematizzazione grafica di un pensiero, in forma artistica o i n forma tecnica, sia come strumento per comprendere o prefigurare. Specifici supporti hardware e software mirano a instaurare un continuum tra il tratto condotto a mano libera e l a sua formulazione analitica all’interno della gestione informatica. In questo senso, si introducono provocatoriamente termini come interattività e interoperabilità, non immediatamente associabili al disegno condotto a mano l ibera: la didattica del disegno si confronta su questi approcci con sempre maggiori aspettative, valutando l e opportunità e le modalità di inserimento di mirate esperienze formative, traguardando già nei primi anni accademici metodi e tecniche di rappresentazione utili per un arricchimento del profilo del futuro architetto o ingegnere. In the context of the digital revolution, the concept of ‘connection’ takes on a crucial value, enabling a transversal vision of knowledge, techniques and tools. The exchange of data in it environments is regulated by the ability to interact and function, measured by the degree of interoperability, which aims to ensure the best cooperation between systems or products. The article aims to investigate the relationship between analogue design and its digital reformulation - assisted, redefined, restructured, conformed, parameterized, even virtualized - exploring new possibilities of conceiving and constructing representation, either as a graphic schematization of a thought, in artistic or technical form, or as a tool to understand or prefigure. Specific hardware and software tools aim to establish a continuum between the freehand stroke and its analytical formulation within computer management. In this sense, terms such as interactivity and interoperability are provocatively introduced, which are not immediately associated with freehand drawing. Teaching is facing these approaches with ever-increasing expectations, evaluating the opportunities and methods for the inclusion of targeted training experiences. In this way, methods and techniques of representation useful for an enrichment of the outline of the future architect or engineer can be achieved already in the early academic years.
9788835104490
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
548-##_Chapter Manuscript-3069-1-10-20200907_def.pdf

accesso aperto

Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Creative commons
Dimensione 4.86 MB
Formato Adobe PDF
4.86 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2875174