Il tema dell'esperienza multisensoriale del prodotto non sembra più essere oggi solo di attualità, ma appare quale un aspetto davvero inevitabile cui prestare attenzione, specialmente in quei settori merceologici in cui l'esperienza percepita del prodotto rappresenta un fattore chiave per il suo gradimento e consumo. Questo contributo si concentra sull'importanza della qualità del suono nel settore alimentare, in cui la percezione uditiva integra e completa l'intera esperienza di consumo. Sarà proposta una prima selezione delle opportunità applicative più significative per un nuovo approccio globale al progetto del suono in ogni fase del consumo alimentare. A seguire, verrà brevemente introdotto SounBe, uno strumento di progettazione nuovo, nonché la metodologia ad esso legata, sviluppati al fine di identificare la migliore risposta alle esigenze di progettazione sonora, al supporto di progettisti, ricercatori, aziende e tutte le parti interessate alla condivisione di un vocabolario comune relativo alle qualità del suono degli alimenti, al fine di perseguire il suono desiderato. Infine, sarà proposta una vera e propria idea di laboratorio di ricerca inedita, non ancora sottoposta a bandi, che coniuga conoscenze tecnologiche, quali lo sfruttamento del suddetto brevetto ma anche discipline come l’acustica, a saperi più umanistici, come l’ergonomia cognitiva, evidenziando ancora una volta la trasversalità della disciplina del design.

Croccante come un packaging, fresco come un nome. Un nuovo possibile laboratorio che introduce la qualità sonora nel food design / Dal Palù, Doriana. - ELETTRONICO. - (2020), pp. 437-444. ((Intervento presentato al convegno Assemblea Annuale della Società Italiana di Design tenutosi a Ascoli Piceno nel 13-14 giugno 2019.

Croccante come un packaging, fresco come un nome. Un nuovo possibile laboratorio che introduce la qualità sonora nel food design

Dal Palù, Doriana
2020

Abstract

Il tema dell'esperienza multisensoriale del prodotto non sembra più essere oggi solo di attualità, ma appare quale un aspetto davvero inevitabile cui prestare attenzione, specialmente in quei settori merceologici in cui l'esperienza percepita del prodotto rappresenta un fattore chiave per il suo gradimento e consumo. Questo contributo si concentra sull'importanza della qualità del suono nel settore alimentare, in cui la percezione uditiva integra e completa l'intera esperienza di consumo. Sarà proposta una prima selezione delle opportunità applicative più significative per un nuovo approccio globale al progetto del suono in ogni fase del consumo alimentare. A seguire, verrà brevemente introdotto SounBe, uno strumento di progettazione nuovo, nonché la metodologia ad esso legata, sviluppati al fine di identificare la migliore risposta alle esigenze di progettazione sonora, al supporto di progettisti, ricercatori, aziende e tutte le parti interessate alla condivisione di un vocabolario comune relativo alle qualità del suono degli alimenti, al fine di perseguire il suono desiderato. Infine, sarà proposta una vera e propria idea di laboratorio di ricerca inedita, non ancora sottoposta a bandi, che coniuga conoscenze tecnologiche, quali lo sfruttamento del suddetto brevetto ma anche discipline come l’acustica, a saperi più umanistici, come l’ergonomia cognitiva, evidenziando ancora una volta la trasversalità della disciplina del design.
9788-89-43380-2-7
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
UGOV_2020_PROCEEDING_SID 2019_Ascoli Piceno_Croccante come un packaging, fresco come un nome.pdf

accesso aperto

Descrizione: Proceeding principale
Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Creative commons
Dimensione 7.31 MB
Formato Adobe PDF
7.31 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11583/2837345