Nel panorama delle azioni di patrimonializzazione e riuso dei beni industriali dismessi, il caso dell’ex distilleria Nicola De Giorgi a San Cesario di Lecce rappresenta un processo tuttora in corso: avviato nel 2000 con una fase di conoscenza del complesso, esso è confluito nella dichiarazione di interesse culturale nel 2005 e nel successivo avvio di 3 lotti di intervento finalizzati ad un parziale recupero tra il 2012 e il 2018. Il contribuito intende focalizzare l’attenzione sul III lotto svolto tra il 2017 e il 2018 che ha interessato il fabbricato denominato Uffici. Tale intervento ha potuto beneficiare di un finanziamento erogato dalla Fondazione con il Sud nell’ambito del Bando storico-artistico e culturale Il bene torna comune a favore della proposta presentata dall’International Theatre Institute Italia in qualità di comodatario del bene. A partire dall’analisi del bando, si indagano gli esiti raggiunti, attraverso la partecipazione degli enti no profit sia come finanziatori che come proponenti.

No profit e riuso del patrimonio industriale dismesso: il caso della distilleria Nicola De Giorgi a San Cesario di Lecce / Bartolozzi, Carla; Dabbene, Daniele; Monte, Antonio. - ELETTRONICO. - (2022). ((Intervento presentato al convegno 2° Stati Generali del Patrimonio Industriale tenutosi a Roma (ITA) nel 9-11 giugno 2022.

No profit e riuso del patrimonio industriale dismesso: il caso della distilleria Nicola De Giorgi a San Cesario di Lecce

Bartolozzi, Carla;Dabbene, Daniele;
2022

Abstract

Nel panorama delle azioni di patrimonializzazione e riuso dei beni industriali dismessi, il caso dell’ex distilleria Nicola De Giorgi a San Cesario di Lecce rappresenta un processo tuttora in corso: avviato nel 2000 con una fase di conoscenza del complesso, esso è confluito nella dichiarazione di interesse culturale nel 2005 e nel successivo avvio di 3 lotti di intervento finalizzati ad un parziale recupero tra il 2012 e il 2018. Il contribuito intende focalizzare l’attenzione sul III lotto svolto tra il 2017 e il 2018 che ha interessato il fabbricato denominato Uffici. Tale intervento ha potuto beneficiare di un finanziamento erogato dalla Fondazione con il Sud nell’ambito del Bando storico-artistico e culturale Il bene torna comune a favore della proposta presentata dall’International Theatre Institute Italia in qualità di comodatario del bene. A partire dall’analisi del bando, si indagano gli esiti raggiunti, attraverso la partecipazione degli enti no profit sia come finanziatori che come proponenti.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2°SGPI_paper_CB_DD_AM_rev01.docx

non disponibili

Tipologia: 1. Preprint / submitted version [pre- review]
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 42.39 kB
Formato Microsoft Word XML
42.39 kB Microsoft Word XML   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2967402