Il presente contributo intende illustrare gli esiti di una ricerca che ha indagato la chiesa della Consolazione o di S. Croce a Occimiano (AL), realizzata a partire dal 1673 su committenza dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi (detti anche Camilliani). La chiesa e l’annesso convento vengono soppressi nel 1798: le vicende successive incidono in modo determinante sulla conservazione di tale patrimonio, sottoponendolo a cambi di proprietà e destinazioni d’uso talora improprie. Il convento viene quasi interamente demolito sul finire del XIX per consentire la costruzione del nuovo plesso scolastico comunale, la chiesa permane come presenza fisica pur nell’ambito di importanti interventi di riplasmazione che ne modificano la consistenza. Attraverso l’apporto di fonti documentali ed iconografiche inedite e la lettura delle testimonianze materiali tuttora riconoscibili, la ricerca indagherà le vicende che hanno determinato l’attuale stato di fatto e la conseguente perdita dell’eredità tangibile ed intangibile che ha contraddistinto la storia di tale complesso. Si procederà infine a delineare indirizzi per le future azioni di conservazione e valorizzazione del bene.

Dismissione e perdita della memoria di un patrimonio religioso di età moderna: il caso della chiesa della Consolazione a Occimiano (AL) / Dabbene, Daniele. - STAMPA. - 1:(2021), pp. 456-469. ((Intervento presentato al convegno Reuso 2021. Roma, capitale d'Italia 150 anni dopo tenutosi a Roma nel 1-2-3 dicembre 2021.

Dismissione e perdita della memoria di un patrimonio religioso di età moderna: il caso della chiesa della Consolazione a Occimiano (AL)

Daniele Dabbene
2021

Abstract

Il presente contributo intende illustrare gli esiti di una ricerca che ha indagato la chiesa della Consolazione o di S. Croce a Occimiano (AL), realizzata a partire dal 1673 su committenza dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi (detti anche Camilliani). La chiesa e l’annesso convento vengono soppressi nel 1798: le vicende successive incidono in modo determinante sulla conservazione di tale patrimonio, sottoponendolo a cambi di proprietà e destinazioni d’uso talora improprie. Il convento viene quasi interamente demolito sul finire del XIX per consentire la costruzione del nuovo plesso scolastico comunale, la chiesa permane come presenza fisica pur nell’ambito di importanti interventi di riplasmazione che ne modificano la consistenza. Attraverso l’apporto di fonti documentali ed iconografiche inedite e la lettura delle testimonianze materiali tuttora riconoscibili, la ricerca indagherà le vicende che hanno determinato l’attuale stato di fatto e la conseguente perdita dell’eredità tangibile ed intangibile che ha contraddistinto la storia di tale complesso. Si procederà infine a delineare indirizzi per le future azioni di conservazione e valorizzazione del bene.
978-88-7575-405-1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
REUSO_2021_dabbene.pdf

non disponibili

Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 3.42 MB
Formato Adobe PDF
3.42 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11583/2944472