Oscar Niemeyer’s design for the ”Universidade de Brasilia” (University of Brasilia), and the related “Darcy Ribeiro” campus gave life to an architecture and urban system rich in symbolism and value in terms of technique and functional characteristics, within the context of erection of the new capital city in the early 1960s. The original buildings of the “Instituto Central de Ciências” (central institute of science) and the adjacent, linear bodies of the Art, Design, and Education departments are an almost unique example of public monumental architecture built in the new city, boasting exposed reinforced concrete and an experimental system of on-site prefabrication for cost-efficiency and construction time purposes. The building complex enjoyed continued usage and maintenance to this day, and has taken on the value as historical memory and as a cultural and architectural symbol. The 1960s UnB buildings – recognized as a UNESCO world heritage site – currently present criticalities in terms of the level of preservation and maintenance as well as the minimality of the original construction solutions. The cultural and technical resiliency, the assessment of the state of conservation, the maintenance work options, the relationship with the anthropic and natural context, and the potential of adjustment to the evolutions in performance demands open the way for the study of a important example of Modernist architecture heritage from the second half of the 1900s. Il progetto di Oscar Niemeyer per l’”Universidade de Brasilia - UnB”, con il campus “Darcy Ribeiro” dà forma a un’architettura e un sistema urbano di valore simbolico e di grande valenza per la tecnica e per l’assetto funzionale, nella costruzione della nuova capitale all’inizio degli anni ’60. Gli edifici originari dell’”Instituto Central de Ciências” e i vicini, lineari volumi dei dipartimenti di arte, design e educazione costituiscono un caso quasi unico di architettura monumentale pubblica della città nuova in cemento armato a vista, con un sistema sperimentale di prefabbricazione a piè d’opera, in relazione all’economia e alla rapidità costruttiva. I complessi edilizi hanno avuto continuità e mantenimento degli usi fino ad oggi, e hanno assunto valore di memoria e di simbolo culturale e architettonico. Le architetture dell’UnB degli anni ’60 ̶ riconosciute come patrimonio mondiale UNESCO ̶ presentano attualmente criticità in relazione sia al livello di conservazione e di manutenzione che alla minimalità delle soluzioni costruttive originarie. La valutazione delle condizioni di conservazione, le opzioni di intervento conservativo, le relazioni con il contesto antropico e naturale, e le potenzialità di adeguamento all’evoluzione della domanda prestazionale, individuano un caso esemplare di studio del patrimonio del Movimento Moderno della seconda metà del ‘900.

CONTINUITÀ D’USO E RESILIENZA DEL PATRIMONIO MODERNO. L’UNIVERSIDADE DE BRASÌLIA DI OSCAR NIEMEYER / Maspoli, Rossella. - STAMPA. - (2019), pp. 811-820. ((Intervento presentato al convegno 35° Convegno internazionale Scienza e Beni Culturali tenutosi a Bressanone nel 1 - 5 luglio 2019.

CONTINUITÀ D’USO E RESILIENZA DEL PATRIMONIO MODERNO. L’UNIVERSIDADE DE BRASÌLIA DI OSCAR NIEMEYER

MASPOLI ROSSELLA
2019

Abstract

Oscar Niemeyer’s design for the ”Universidade de Brasilia” (University of Brasilia), and the related “Darcy Ribeiro” campus gave life to an architecture and urban system rich in symbolism and value in terms of technique and functional characteristics, within the context of erection of the new capital city in the early 1960s. The original buildings of the “Instituto Central de Ciências” (central institute of science) and the adjacent, linear bodies of the Art, Design, and Education departments are an almost unique example of public monumental architecture built in the new city, boasting exposed reinforced concrete and an experimental system of on-site prefabrication for cost-efficiency and construction time purposes. The building complex enjoyed continued usage and maintenance to this day, and has taken on the value as historical memory and as a cultural and architectural symbol. The 1960s UnB buildings – recognized as a UNESCO world heritage site – currently present criticalities in terms of the level of preservation and maintenance as well as the minimality of the original construction solutions. The cultural and technical resiliency, the assessment of the state of conservation, the maintenance work options, the relationship with the anthropic and natural context, and the potential of adjustment to the evolutions in performance demands open the way for the study of a important example of Modernist architecture heritage from the second half of the 1900s. Il progetto di Oscar Niemeyer per l’”Universidade de Brasilia - UnB”, con il campus “Darcy Ribeiro” dà forma a un’architettura e un sistema urbano di valore simbolico e di grande valenza per la tecnica e per l’assetto funzionale, nella costruzione della nuova capitale all’inizio degli anni ’60. Gli edifici originari dell’”Instituto Central de Ciências” e i vicini, lineari volumi dei dipartimenti di arte, design e educazione costituiscono un caso quasi unico di architettura monumentale pubblica della città nuova in cemento armato a vista, con un sistema sperimentale di prefabbricazione a piè d’opera, in relazione all’economia e alla rapidità costruttiva. I complessi edilizi hanno avuto continuità e mantenimento degli usi fino ad oggi, e hanno assunto valore di memoria e di simbolo culturale e architettonico. Le architetture dell’UnB degli anni ’60 ̶ riconosciute come patrimonio mondiale UNESCO ̶ presentano attualmente criticità in relazione sia al livello di conservazione e di manutenzione che alla minimalità delle soluzioni costruttive originarie. La valutazione delle condizioni di conservazione, le opzioni di intervento conservativo, le relazioni con il contesto antropico e naturale, e le potenzialità di adeguamento all’evoluzione della domanda prestazionale, individuano un caso esemplare di studio del patrimonio del Movimento Moderno della seconda metà del ‘900.
9788895409238
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CONTINUITÀ D’USO E RESILIENZA DEL PATRIMONIO BRASILIA 131 MASPOLI 2019.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo CONTINUITÀ D’USO E RESILIENZA DEL PATRIMONIO MODERNO. L’UNIVERSIDADE DE BRASÌLIA DI OSCAR NIEMEYER
Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.79 MB
Formato Adobe PDF
1.79 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2787680