L’argomento di questa nota è l’applicazione del Rock Engineering System (RES) alla progettazione di barriere flessibili per mitigare il rischio indotto dai fenomeni di colata detritica. Lo studio dell’interazione tra colata detritica e barriera flessibile è una sfida importante in quanto coinvolge differenti aspetti riguardanti sia le condizioni del bacino che le caratteristiche della struttura. Dal punto di vista della simulazione del fenomeno, questa complessità determina il ricorso a modelli numerici semplificati. Un’analisi a priori dell’influenza dei differenti aspetti può quindi essere utile per concentrarsi sulla corretta definizione del problema. L’applicazione del RES permette di investigare, attraverso l'utilizzo di una matrice di interazione che riassume i parametri geotecnici chiave, l'innesco, le condizioni di flusso, il processo di deposizione e l’interazione con le opere di difesa. L’obiettivo è di quantificare i termini “off-diagonal” in modo da poter valutare il rischio residuo dopo la costruzione della barriera, usando sia back-analysis di eventi reali sia dati da letteratura. Questa metodologia è stata applicata per analizzare un evento di debris flow nella Alpi Occidentali. In particolare, per la valutazione delle caratteristiche del flusso utili per la progettazione di una barriera flessibile è stata svolta un'analisi numerica con l'ausilio di un modello sviluppato dagli Autori (Brighenti et al, 2013). Per la stima delle velocità e delle altezze di flusso si è utilizzato il codice numerico RASH3D (Pirulli, 2010); tale codice si basa sul concetto di fluido equivalente implementando le equazioni di Saint Venant. La determinazione dell’intensità dei possibili percorsi della matrice di interazione ha permesso di concentrarsi sulla valutazione dei parametri funzionali alla progettazione delle barriere flessibili.

Studio teorico sperimentale per l'ottimizzazione di barriere per la mitigazione del rischio da colate detritiche / Vagnon, F.; Ferrero, A. M.; Pirulli, Marina; Segalini, A.. - (2014), pp. 1-6. ((Intervento presentato al convegno IARG - Incontro Annuale dei Ricercatori di Geotecnica tenutosi a Chieti nel 14-16 luglio 2014.

Studio teorico sperimentale per l'ottimizzazione di barriere per la mitigazione del rischio da colate detritiche

Vagnon F.;PIRULLI, MARINA;
2014

Abstract

L’argomento di questa nota è l’applicazione del Rock Engineering System (RES) alla progettazione di barriere flessibili per mitigare il rischio indotto dai fenomeni di colata detritica. Lo studio dell’interazione tra colata detritica e barriera flessibile è una sfida importante in quanto coinvolge differenti aspetti riguardanti sia le condizioni del bacino che le caratteristiche della struttura. Dal punto di vista della simulazione del fenomeno, questa complessità determina il ricorso a modelli numerici semplificati. Un’analisi a priori dell’influenza dei differenti aspetti può quindi essere utile per concentrarsi sulla corretta definizione del problema. L’applicazione del RES permette di investigare, attraverso l'utilizzo di una matrice di interazione che riassume i parametri geotecnici chiave, l'innesco, le condizioni di flusso, il processo di deposizione e l’interazione con le opere di difesa. L’obiettivo è di quantificare i termini “off-diagonal” in modo da poter valutare il rischio residuo dopo la costruzione della barriera, usando sia back-analysis di eventi reali sia dati da letteratura. Questa metodologia è stata applicata per analizzare un evento di debris flow nella Alpi Occidentali. In particolare, per la valutazione delle caratteristiche del flusso utili per la progettazione di una barriera flessibile è stata svolta un'analisi numerica con l'ausilio di un modello sviluppato dagli Autori (Brighenti et al, 2013). Per la stima delle velocità e delle altezze di flusso si è utilizzato il codice numerico RASH3D (Pirulli, 2010); tale codice si basa sul concetto di fluido equivalente implementando le equazioni di Saint Venant. La determinazione dell’intensità dei possibili percorsi della matrice di interazione ha permesso di concentrarsi sulla valutazione dei parametri funzionali alla progettazione delle barriere flessibili.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Vagnon_Ferrero_Pirulli_Segalini_2014.pdf

non disponibili

Tipologia: 2. Post-print / Author's Accepted Manuscript
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 946.19 kB
Formato Adobe PDF
946.19 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11583/2567736
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo