L'adeguamento di una chiesa alla riforma liturgica voluta dal concilio Vaticano II è un cammino di comunione a servizio dei cristiani, perché il loro incontro con Dio nella liturgia sia aderente alla loro fede e allo spazio in cui questa si esprime. In questa operazione è in gioco l'identità del culto cristiano e non è possibile che una certa trasformazione degli spazi e dei poli liturgici non tenga conto, oltre che degli opportuni criteri artistici, di alcuni elementi irrinunciabili nella tradizione cristiana e cattolica.

Adeguamento liturgico e conservazione: riflessioni su casi dell’area mediterranea / Novelli, Francesco. - STAMPA. - (2013), pp. 85-104. ((Intervento presentato al convegno L’Adeguamento liturgico, identità e trasformazione delle chiese. X Convegno liturgico internazionale tenutosi a Comunita di Bose, Magnano (Biella) nel 31 maggio-2 giugno 2012.

Adeguamento liturgico e conservazione: riflessioni su casi dell’area mediterranea

NOVELLI, FRANCESCO
2013

Abstract

L'adeguamento di una chiesa alla riforma liturgica voluta dal concilio Vaticano II è un cammino di comunione a servizio dei cristiani, perché il loro incontro con Dio nella liturgia sia aderente alla loro fede e allo spazio in cui questa si esprime. In questa operazione è in gioco l'identità del culto cristiano e non è possibile che una certa trasformazione degli spazi e dei poli liturgici non tenga conto, oltre che degli opportuni criteri artistici, di alcuni elementi irrinunciabili nella tradizione cristiana e cattolica.
9788882273941
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11583/2517892
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo