Otri e fantasmi. Alcuni paralleli