UTILIZZO DELL’AREA SOTTESA DALLE CURVE DI TEMPERATURA NELLA DETERMINAZIONE DEL LIMITE DI FATICA