Antonio Bertola e le commesse della Reggente