Vicente Nasi, fra eclettismo e modernità