I paesaggi delle aree periurbane e degli ambiti urbani subtopici sofrono non solo di irrisolutezza formale, di assenza di caratterizzazione e di indiferenza per il senso dei luoghi, ma anche di mancanza di qualità ambientale, che ne peggiora ulteriormente la possibilità di fruizione. La qualità ambientale è direttamente interrelata con la fruibilità e l’accessibilità degli spazi, garantendone un’adeguata attrattività per i fruitori nello svolgere le diverse attività previste. In questo senso le caratteristiche ambientali, per quanto diverse da quelle estetiche, si legano con esse a formare un unicum, capace di diventare strumento e regola di integrazione tra il paesaggio e l’oggetto di progettazione, ridonando agli spazi privi di identità e di regola una rinnovata accessibilità. Il contributo, definita questa relazione essenziale, illustra le modalità di sviluppo di uno strumento di progetto, la matrice microclimatica di sito, capace di analizzare la natura vocazionale degli spazi oggetto di progettazione e ridefinizione in una prospettiva di sviluppo sostenibile.

Accessibilità e qualità ambientale del paesaggio urbano. La matrice microclimatica di sito come strumento di progetto / Chiesa, Giacomo; Grosso, Mario. - In: RI-VISTA. RICERCHE PER LA PROGETTAZIONE DEL PAESAGGIO. - ISSN 1724-6768. - 23:1(2015), pp. 78-91. [10.13128/RV-16732]

Accessibilità e qualità ambientale del paesaggio urbano. La matrice microclimatica di sito come strumento di progetto

CHIESA, GIACOMO;GROSSO, Mario
2015

Abstract

I paesaggi delle aree periurbane e degli ambiti urbani subtopici sofrono non solo di irrisolutezza formale, di assenza di caratterizzazione e di indiferenza per il senso dei luoghi, ma anche di mancanza di qualità ambientale, che ne peggiora ulteriormente la possibilità di fruizione. La qualità ambientale è direttamente interrelata con la fruibilità e l’accessibilità degli spazi, garantendone un’adeguata attrattività per i fruitori nello svolgere le diverse attività previste. In questo senso le caratteristiche ambientali, per quanto diverse da quelle estetiche, si legano con esse a formare un unicum, capace di diventare strumento e regola di integrazione tra il paesaggio e l’oggetto di progettazione, ridonando agli spazi privi di identità e di regola una rinnovata accessibilità. Il contributo, definita questa relazione essenziale, illustra le modalità di sviluppo di uno strumento di progetto, la matrice microclimatica di sito, capace di analizzare la natura vocazionale degli spazi oggetto di progettazione e ridefinizione in una prospettiva di sviluppo sostenibile.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
16732-33853-2-PB.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo
Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Creative commons
Dimensione 889.13 kB
Formato Adobe PDF
889.13 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2630704
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo