Il contratto come strumento di governo