Pascoli, Il nunzio: "bombo" e "parole di morti". Un versante connotativo