Ancora sulla vergine e il serpente: allegoria e convergenze significanti in un passo di Plutarco