La "montagna urbana" che evoca Cézanne