A proposito di gambe o piedi incrociati nelle rappresentazioni funerarie antiche