A chi serve una facciata e a cosa serve? Conoscere e riconoscere il ruolo della facciata come sistema, ossia come istanza relazionale tra gli elementi tecnici che la costituiscono e tra questi e l’ambiente interno e quello esterno può essere utile a costituire un personale linguaggio di progetto, di uso, di manutenzione e di gestione per quello che definisce ed enuncia il costruito. Il linguaggio, poi, si adatta e si riforma in dipendenza di mutamenti più o meno repentini nelle situazioni psicologiche, sociali, climatiche, economiche ecc. del contesto edificato: ragionare su quanto il modificarsi sia il portato dell’adattamento delle scelte tecnologiche alla mutazione del quadro esigenziale permette di gestirne l’evoluzione senza perdere di vista o spersonalizzare il significato e senza operare solo per la conformità grammaticale e sintattica del significante. Questo testo vuole proporre qualche occasione di riflessione agli utenti degli edifici, alle pubbliche amministrazioni, agli operatori dell’edilizia (progettisti, costruttori, gestori)

Facciata e linguaggio. Appunti per una declinazione resiliente di scelte tecnologiche / Piantanida, Paolo; Vottari, Antonio. - STAMPA. - (2022).

Facciata e linguaggio. Appunti per una declinazione resiliente di scelte tecnologiche

Piantanida, Paolo;Vottari, Antonio
2022

Abstract

A chi serve una facciata e a cosa serve? Conoscere e riconoscere il ruolo della facciata come sistema, ossia come istanza relazionale tra gli elementi tecnici che la costituiscono e tra questi e l’ambiente interno e quello esterno può essere utile a costituire un personale linguaggio di progetto, di uso, di manutenzione e di gestione per quello che definisce ed enuncia il costruito. Il linguaggio, poi, si adatta e si riforma in dipendenza di mutamenti più o meno repentini nelle situazioni psicologiche, sociali, climatiche, economiche ecc. del contesto edificato: ragionare su quanto il modificarsi sia il portato dell’adattamento delle scelte tecnologiche alla mutazione del quadro esigenziale permette di gestirne l’evoluzione senza perdere di vista o spersonalizzare il significato e senza operare solo per la conformità grammaticale e sintattica del significante. Questo testo vuole proporre qualche occasione di riflessione agli utenti degli edifici, alle pubbliche amministrazioni, agli operatori dell’edilizia (progettisti, costruttori, gestori)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
finale AV PP Facciata e linguaggio_compressed(1).pdf

non disponibili

Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 3.61 MB
Formato Adobe PDF
3.61 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11583/2971840