«Quando mi sono posto il problema di esporre un modo con cui sia possibile costruire un pensiero mi sono trovato di fronte a un bivio: istruisco un lavoro sull’opera di un altro autore, come ho fatto in altre occasioni, cioè lo smonto completamente per produrre innovativi elementi di riflessione che partano da quell’autore, ma che approdino altrove, oppure parlo della mia esperienza nell’architettura toccando i tre momenti teorici per me più formativi, validi per me, ma credo carichi di un alto livello di complessità e di generalità se riferiti alla costruzione di un pensiero teorico sul progetto di architettura? Questi tre momenti sono: la costruzione del testo, la questione cartografica e il problema di un ordinamento scientifico dell’architettura. Cominciamo fin da ora quindi a entrare in questa dinamica. Non credo ci sia “il” metodo per costruire un pensiero: penso però che si possa parlare di un’esperienza nell’architettura e io posso parlare solo di quella che conosco meglio di tutti, cioè della mia». Così l’autore, nelle aule del Politecnico di Torino, entra nella costruzione tecnica e teorica del progetto di architettura, muovendo dall’esperienza personale, con l’obiettivo di toccare momenti della riflessione teorica sui quali si confronta il nostro incedere incerto nel progetto di architettura contemporaneo.

I tre momenti fondamentali del progetto di architettura. Seminario di teoria. Libro I. A cura di G. Mazzone / Ravagnati, Carlo. - STAMPA. - (2022), pp. 1-208.

I tre momenti fondamentali del progetto di architettura. Seminario di teoria. Libro I. A cura di G. Mazzone

Ravagnati
2022

Abstract

«Quando mi sono posto il problema di esporre un modo con cui sia possibile costruire un pensiero mi sono trovato di fronte a un bivio: istruisco un lavoro sull’opera di un altro autore, come ho fatto in altre occasioni, cioè lo smonto completamente per produrre innovativi elementi di riflessione che partano da quell’autore, ma che approdino altrove, oppure parlo della mia esperienza nell’architettura toccando i tre momenti teorici per me più formativi, validi per me, ma credo carichi di un alto livello di complessità e di generalità se riferiti alla costruzione di un pensiero teorico sul progetto di architettura? Questi tre momenti sono: la costruzione del testo, la questione cartografica e il problema di un ordinamento scientifico dell’architettura. Cominciamo fin da ora quindi a entrare in questa dinamica. Non credo ci sia “il” metodo per costruire un pensiero: penso però che si possa parlare di un’esperienza nell’architettura e io posso parlare solo di quella che conosco meglio di tutti, cioè della mia». Così l’autore, nelle aule del Politecnico di Torino, entra nella costruzione tecnica e teorica del progetto di architettura, muovendo dall’esperienza personale, con l’obiettivo di toccare momenti della riflessione teorica sui quali si confronta il nostro incedere incerto nel progetto di architettura contemporaneo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2966298