ITA Abbiamo studiato come modellare, con un unico foglio di carta un importante edificio italiano, la Mole Antonelliana di Torino, partendo da forme semplici e stilizzate fino a ottenere forme dettagliate. Proprio per la la sua particolare forma, l’edificio, oggi sede del Museo del Cinema, si presta ad essere descritto attraverso modelli fisici per una migliore comprensione della sua architettura: a questo proposito, per esempio, al suo ingresso si trova un modello ligneo che si presta ad una esplorazione tattile. I modelli che abbiamo ottenuto mostrano la Mole nella sua complessità geometrica, in accordo con diversi possibili scopi comunicativi (per esempio: divulgazione nel campo dei beni culturali, realizzazione di prodotti di design per il merchandising museale, vedi, per esempio Cumino et al [2017]), evidenziando differenti aspetti architettonici: per esempio, in modelli diversi si dà diversa priorità alla descrizione dell’esterno o interno della struttura, risolvendo in modi diversi il problema della carta in eccesso o introducendo piccoli tagli che permettono di mantenere simultaneamente il rigore geometrico del modello sia internamente sia esternamente. | ENG We explore how to model a particular Italian building, the Mole Antonelliana of Turin, with a unique sheet of paper, moving from simple and stylized to more detailed shapes. Due to its particular configuration, the building, which currently houses the National Museum of Cinema, lends itself to being investigated through the use of physical models there is an impressive wooden model for tactile explorations. Our result is a set of models which disclose the Mole in its geometric complexity, in accordance with different communicative purposes (e.g. dissemination in the area of cultural heritage and design for cultural merchandising, see Cumino et al. [2017]), highlighting different architectural aspects: for instance, complementary (i.e. outer/inner) points of view of the building are shown by inner/outer managing of extra paper, while the introduction of tiny cuts allows simultaneously inner and uter geometric rigor.

Design origami e comunicazione dei beni culturali: sperimentazioni intorno alla Mole Antonelliana | Origami design and communication of Cultural Heritage: experimentations about the Mole Antonelliana / Cumino, Caterina; Pavignano, Martino; Spreafico, Maria Luisa; Zich, Ursula. - STAMPA. - 1:(2018), pp. 144-153.

Design origami e comunicazione dei beni culturali: sperimentazioni intorno alla Mole Antonelliana | Origami design and communication of Cultural Heritage: experimentations about the Mole Antonelliana

Cumino, Caterina;Pavignano, Martino;Spreafico, Maria Luisa;Zich, Ursula
2018

Abstract

ITA Abbiamo studiato come modellare, con un unico foglio di carta un importante edificio italiano, la Mole Antonelliana di Torino, partendo da forme semplici e stilizzate fino a ottenere forme dettagliate. Proprio per la la sua particolare forma, l’edificio, oggi sede del Museo del Cinema, si presta ad essere descritto attraverso modelli fisici per una migliore comprensione della sua architettura: a questo proposito, per esempio, al suo ingresso si trova un modello ligneo che si presta ad una esplorazione tattile. I modelli che abbiamo ottenuto mostrano la Mole nella sua complessità geometrica, in accordo con diversi possibili scopi comunicativi (per esempio: divulgazione nel campo dei beni culturali, realizzazione di prodotti di design per il merchandising museale, vedi, per esempio Cumino et al [2017]), evidenziando differenti aspetti architettonici: per esempio, in modelli diversi si dà diversa priorità alla descrizione dell’esterno o interno della struttura, risolvendo in modi diversi il problema della carta in eccesso o introducendo piccoli tagli che permettono di mantenere simultaneamente il rigore geometrico del modello sia internamente sia esternamente. | ENG We explore how to model a particular Italian building, the Mole Antonelliana of Turin, with a unique sheet of paper, moving from simple and stylized to more detailed shapes. Due to its particular configuration, the building, which currently houses the National Museum of Cinema, lends itself to being investigated through the use of physical models there is an impressive wooden model for tactile explorations. Our result is a set of models which disclose the Mole in its geometric complexity, in accordance with different communicative purposes (e.g. dissemination in the area of cultural heritage and design for cultural merchandising, see Cumino et al. [2017]), highlighting different architectural aspects: for instance, complementary (i.e. outer/inner) points of view of the building are shown by inner/outer managing of extra paper, while the introduction of tiny cuts allows simultaneously inner and uter geometric rigor.
978-88-85726-12-3
ORIGAMI TRA ARTE E SCIENZA | ORIGAMI BETWEEN ART AND SCIENCE
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2018_Cumino-Pavignano-Spreafico-Zich_Design origami.pdf

non disponibili

Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 5.54 MB
Formato Adobe PDF
5.54 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2862492