Il filo rosso della formazione nell’industria artistica italiana