La complessa concezione spaziale del défilé è a tutti gli effetti un progetto architettonico che include anche il delicato rapporto con il contenitore: è destinata a un tempo di fruizione eccezionalmente breve dove le reazioni percettive devono essere forti, precise e controllate. Il testo rappresenta uno dei pochissimi esempi di trattazione dell'argomento nell'ambito della letteratura architettonica: partendo dall'esame quindi di una letteratura più vasta, riferita al settore della moda, e di esposizioni temporanee dedicate all'argomento, le autrici hanno anche fatto specifico riferimento al corpus documentario del progetto “Archivi della moda del Novecento” (elaborato dall'Associazione Nazionale Archivistica Italiana, promosso dalla Direzione Generale per gli Archivi e con il supporto sostenuto da alcuni partners istituzionali) e all'archivio della Fondazione Gianfranco Ferré (grazie a uno specifico accordo tra la Fondazione e il Politecnico di Torino). Quest'ultimo, essendo Gianfranco Ferré anche architetto, costituisce un caso abbastanza raro in quanto conserva anche molti elaborati progettuali delle sfilate. Con il sostegno dunque di riferimenti bibliografici ed archivistici eterogeni e non sempre di facile reperimento, l'indagine ha sinteticamente ripercorso l’evoluzione storica della sfilata per poi approfondirne specificamente i fondamenti progettuali e le valenze architettoniche attuali. Vengono quindi esaminate le diverse tipologie di "location", il rapporto con il contenitore e con il contesto, ed emergono in filigrana figure dei protagonisti del progetto contemporaneo. Le Autrici propongono poi una sistematizzazione degli elementi spaziali e funzionali della sfilata di moda, individuandone i caratteri peculiari e le possibili varianze, e dedicando uno specifico approfondimento al progetto della luce. Un capitolo tratta nel dettaglio i progetti delle sfilate di Gianfranco Ferré, grazie all'esame completo della documentazione conservata nell'archivio della Fondazione. Il testo si conclude con un'ipotesi di linee guida per il progetto, e con l'individuazione di sviluppi e tendenze che segneranno i prossimi anni.

Lo spazio architettonico della sfilata di moda / Minucciani, Valeria; Ala, Francesca; Margaria, maria maddalena. - STAMPA. - (2019), pp. 1-128.

Lo spazio architettonico della sfilata di moda

minucciani, valeria;ALA, FRANCESCA;margaria, maria maddalena
2019

Abstract

La complessa concezione spaziale del défilé è a tutti gli effetti un progetto architettonico che include anche il delicato rapporto con il contenitore: è destinata a un tempo di fruizione eccezionalmente breve dove le reazioni percettive devono essere forti, precise e controllate. Il testo rappresenta uno dei pochissimi esempi di trattazione dell'argomento nell'ambito della letteratura architettonica: partendo dall'esame quindi di una letteratura più vasta, riferita al settore della moda, e di esposizioni temporanee dedicate all'argomento, le autrici hanno anche fatto specifico riferimento al corpus documentario del progetto “Archivi della moda del Novecento” (elaborato dall'Associazione Nazionale Archivistica Italiana, promosso dalla Direzione Generale per gli Archivi e con il supporto sostenuto da alcuni partners istituzionali) e all'archivio della Fondazione Gianfranco Ferré (grazie a uno specifico accordo tra la Fondazione e il Politecnico di Torino). Quest'ultimo, essendo Gianfranco Ferré anche architetto, costituisce un caso abbastanza raro in quanto conserva anche molti elaborati progettuali delle sfilate. Con il sostegno dunque di riferimenti bibliografici ed archivistici eterogeni e non sempre di facile reperimento, l'indagine ha sinteticamente ripercorso l’evoluzione storica della sfilata per poi approfondirne specificamente i fondamenti progettuali e le valenze architettoniche attuali. Vengono quindi esaminate le diverse tipologie di "location", il rapporto con il contenitore e con il contesto, ed emergono in filigrana figure dei protagonisti del progetto contemporaneo. Le Autrici propongono poi una sistematizzazione degli elementi spaziali e funzionali della sfilata di moda, individuandone i caratteri peculiari e le possibili varianze, e dedicando uno specifico approfondimento al progetto della luce. Un capitolo tratta nel dettaglio i progetti delle sfilate di Gianfranco Ferré, grazie all'esame completo della documentazione conservata nell'archivio della Fondazione. Il testo si conclude con un'ipotesi di linee guida per il progetto, e con l'individuazione di sviluppi e tendenze che segneranno i prossimi anni.
978-88-492-3748-1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Si stampi - Lo spazio architettonico sfilata moda_ok.pdf

non disponibili

Descrizione: ultima bozza di stampa
Tipologia: 2a Post-print versione editoriale / Version of Record
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 5.1 MB
Formato Adobe PDF
5.1 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Si Stampi - Lo spazio architettonico sfilata moda COVER_ok.pdf

accesso aperto

Descrizione: un file copertina-retrocopertina e un file testo completo
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: PUBBLICO - Tutti i diritti riservati
Dimensione 404.85 kB
Formato Adobe PDF
404.85 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2735013