Dai “beni minori” al patrimonio diffuso: conoscere e salvaguardare il “non monumentale”