Il sistema brevettato riguarda un anti ghiaccio termico, ma supera lo stato dell’arte introducendo dei vantaggi quali: • unico componente che integra sia la parte strutturale del pannello del bordo d’attacco che quella sistemistica/termica relativa all’anti-ghiaccio, come si può vedere dalla Fig.3; • semplificazione impiantistica; • migliore efficienza di scambio termico; • riduzione dei tempi di assemblaggio e degli oneri di manutenzione. Utilizzando un pannello sandwich con un nucleo trabecolare che integra, nella sua faccia interna, i tubi di apporto di aria calda, infatti, è possibile sia massimizzare lo scambio termico (aumentando esponenzialmente la superfice esposta grazie alle trabecole e la turbolenza interna) che la riduzione delle ore di assemblaggio e di manutenzione semplificando i controlli periodici. La struttura così proposta si intende realizzata mediante la tecnologia di fabbricazione additiva di tipo “Powder Bed” che permette di costruire insieme sia il core trabecolare che le skin e relativi i tubi in un unico componente, senza quindi dover ricorrere a saldature, brasature o rivettature. Un altro vantaggio, di tipo strutturale è da ricercarsi nella aumentata rigidezza al birdstrike avendo inserito dei tubi internamente che fungono da correntini, aumentando la rigidezza meccanica. Non ultimo, la migliorata fluidodinamica interna, grazie alle trabecole e alla dislocazione multipla dei tubi, permette non solo di massimizzare lo scambio di energia (e quindi di spillare meno aria dai compressori), ma anche di riscaldare selettivamente solo la sezione relativa alla zona di formazione di ghiaccio, con una minore dispersione termica che comporta un notevole risparmio negli spillamenti e, quindi, una riduzione dei consumi.

AEROMOBILE DOTATO DI SISTEMA ANTIGHIACCIO STRUTTURALMENTE INTEGRATO / Ferro, CARLO GIOVANNI; Maggiore, Paolo; Varetti, Sara; Vitti, Fabio. - (2016).

AEROMOBILE DOTATO DI SISTEMA ANTIGHIACCIO STRUTTURALMENTE INTEGRATO

FERRO, CARLO GIOVANNI;MAGGIORE, Paolo;VARETTI, SARA;
2016

Abstract

Il sistema brevettato riguarda un anti ghiaccio termico, ma supera lo stato dell’arte introducendo dei vantaggi quali: • unico componente che integra sia la parte strutturale del pannello del bordo d’attacco che quella sistemistica/termica relativa all’anti-ghiaccio, come si può vedere dalla Fig.3; • semplificazione impiantistica; • migliore efficienza di scambio termico; • riduzione dei tempi di assemblaggio e degli oneri di manutenzione. Utilizzando un pannello sandwich con un nucleo trabecolare che integra, nella sua faccia interna, i tubi di apporto di aria calda, infatti, è possibile sia massimizzare lo scambio termico (aumentando esponenzialmente la superfice esposta grazie alle trabecole e la turbolenza interna) che la riduzione delle ore di assemblaggio e di manutenzione semplificando i controlli periodici. La struttura così proposta si intende realizzata mediante la tecnologia di fabbricazione additiva di tipo “Powder Bed” che permette di costruire insieme sia il core trabecolare che le skin e relativi i tubi in un unico componente, senza quindi dover ricorrere a saldature, brasature o rivettature. Un altro vantaggio, di tipo strutturale è da ricercarsi nella aumentata rigidezza al birdstrike avendo inserito dei tubi internamente che fungono da correntini, aumentando la rigidezza meccanica. Non ultimo, la migliorata fluidodinamica interna, grazie alle trabecole e alla dislocazione multipla dei tubi, permette non solo di massimizzare lo scambio di energia (e quindi di spillare meno aria dai compressori), ma anche di riscaldare selettivamente solo la sezione relativa alla zona di formazione di ghiaccio, con una minore dispersione termica che comporta un notevole risparmio negli spillamenti e, quindi, una riduzione dei consumi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2675942
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo