Una ricerca euristica sul design dell’innovazione. Innovazione, Imprenditorialità e Design, tre termini che portano con sé un peso accademico, politico, sociale ed economico che di sicuro nessun testo sarà mai in grado di sintetizzare in modo oggettivo. Questo perché, la relazione tra questi mondi è complessa, mutevole e complicata da sintetizzare. Per questo motivo lo scopo di questa ricerca non è stato quello di sintetizzare una raccolta di nozioni teoriche sulla relazione di questi mondi ma, invece, nasce come una proposizione pratica che cerca di unirli dopo un’elaborazione critica e un’esperienza di sperimentazione effettuata sul campo. Una proposizione che si focalizza sull’attitudine e le possibilità di acquisire una capacità innovativa in grado di rispondere alle necessità e ai radicali cambiamenti in atto nella società odierna con risultati di valore, di significato e sostenibili. Vi sono molti modi di fare ricerca, dai modi più classici con la propensione alla rielaborazione e alla critica della letteratura e delle teorie passate, a quelli più sperimentali, a cui questa ricerca si ispira, che pur non dimenticando la fase di analisi teorica per avere le chiavi per comprendere il presente, prova a spingersi in modo euristico sul campo di ricerca seguendo il suggerimento proposto da Umberto Eco: “Bisogna SCOPRIRE qualcosa di inedito (anche una riorganizzazione) qualcosa insomma che nel ramo scientifico di ricerca porti ad uno step successivo dell’argomento proposto.” Con la poroposta metodologica del Sustainable Innovation Design, questa ricerca si propone di compiere questo ambizioso tentativo. Il lavoro originale di ricerca sintetizzato in questa tesi propone un proprio modello di innovazione sostenibile, prendendo in prestito la visione e il mindset della cultura Imprenditoriale e l’esperienza progettuale nel campo del Design. Il risultato è la definizione di una “cassetta degli attrezzi”, che noi amiamo chiamare metodologia, con cui si propone una guida per gli innovatori o aspiranti tali, per perseguire risultati di valore all’interno delle iniziative innovative intraprese siano esse di stampo imprenditoriale o all’interno di organizzazioni già costituite. Un valore che noi definiamo come l’equilibrio tra aspetti economici, sociali e ambientali, o semplicemente sostenibilità, e che abbia una visione a lungo termine mettendo in relazione i bisogni di oggi con quelli delle generazioni avvenire. Un modello che ha portato alla definizione e alla riorganizzazione di strumenti già noti all’interno dei singoli temi ma che assumono un livello di novità nel processo di progettazione della metodologia proposta del Sustainable Innovation Design. Data la premessa la tesi è suddivisa in quattro capitoli principali. Il primo capitolo si focalizza sull’introduzione dei tre settori in oggetto con una rielaborazione sintetica delle definizioni e degli studi compiuti sulla teoria dell’innovazione, dell’imprenditorialità, del design e delle relazioni che intercorrono tra essi. All’interno dello stesso si analizzano anche le similitudini tra gli attori dell’innovazione, i designer e le figure imprenditoriali, i trend e le necessità in ambito innovativo a livello top-down (impresa) e bottom-up (startup). Il secondo capitolo affronta la parte di analisi delle diverse metodologie e dei diversi processi utilizzati nel campo dell’innovazione attraverso una mappatura delle metodologie in uso nel campo innovativo proponendo un’analisi con diverse chiavi di lettura. Il risultato accompagnato dalla descrizione delle principali e più importanti esperienza vissute sul campo in ambito innovativo e imprenditoriale rappresentano il substrato della formulazione della metodologia presentata nel capitolo successivo. Il terzo capitolo della tesi descrive, infatti, la proposta metodologica dell’Innovation Sustainable Design comprensiva di una definizione della visione a cui deve tendere l’iniziativa innovativa che con la metodologia si mira raggiungere, la descrizione dell’approccio al progetto e dell’ecosistema in cui esso si inserisce fino alla formulazione del processo, step by step, di un progetto di innovazione dalla sua ideazione al suo risultato finale. Il quarto capitolo descrive gli strumenti in cui la metodologia viene promossa e sperimentata con la presentazione dell’Innovation Design Lab, il laboratorio sperimentale nato per essere il contenitore e l’acceleratore del Sustainable Innovation Design e delle prerogative e della descrizione di un percorso formativo che ha l’obiettivo di trasmettere i sui concetti e i suoi strumenti. Infine nelle conclusioni vengono presentati i primi risultati della metodologia e i passi futuri a cui tende questo lavoro di ricerca. Questa tesi rappresenta un lavoro metodico che ha avuto e ha come scopo finale quello ordinare e mettere in pratica concetti e pratiche del design sostenibile in un campo vasto e variegato come quello dell’innovazione. Il risultato è un “oggetto” di ricerca che vuole essere da stimolo per la promozione della cultura innovativa sostenibile, nonché un punto di partenza per una maggiore sperimentazione nell’interazione tra il mondo del design, dell’innovazione, dell’imprenditoria nell’ambito della ricerca.

Innovation, Entrepreneurship and Sustainable Design. A methodology proposal for sustainable innovation initiatives / Gaiardo, Andrea. - (2016).

Innovation, Entrepreneurship and Sustainable Design. A methodology proposal for sustainable innovation initiatives.

GAIARDO, ANDREA
2016

Abstract

Una ricerca euristica sul design dell’innovazione. Innovazione, Imprenditorialità e Design, tre termini che portano con sé un peso accademico, politico, sociale ed economico che di sicuro nessun testo sarà mai in grado di sintetizzare in modo oggettivo. Questo perché, la relazione tra questi mondi è complessa, mutevole e complicata da sintetizzare. Per questo motivo lo scopo di questa ricerca non è stato quello di sintetizzare una raccolta di nozioni teoriche sulla relazione di questi mondi ma, invece, nasce come una proposizione pratica che cerca di unirli dopo un’elaborazione critica e un’esperienza di sperimentazione effettuata sul campo. Una proposizione che si focalizza sull’attitudine e le possibilità di acquisire una capacità innovativa in grado di rispondere alle necessità e ai radicali cambiamenti in atto nella società odierna con risultati di valore, di significato e sostenibili. Vi sono molti modi di fare ricerca, dai modi più classici con la propensione alla rielaborazione e alla critica della letteratura e delle teorie passate, a quelli più sperimentali, a cui questa ricerca si ispira, che pur non dimenticando la fase di analisi teorica per avere le chiavi per comprendere il presente, prova a spingersi in modo euristico sul campo di ricerca seguendo il suggerimento proposto da Umberto Eco: “Bisogna SCOPRIRE qualcosa di inedito (anche una riorganizzazione) qualcosa insomma che nel ramo scientifico di ricerca porti ad uno step successivo dell’argomento proposto.” Con la poroposta metodologica del Sustainable Innovation Design, questa ricerca si propone di compiere questo ambizioso tentativo. Il lavoro originale di ricerca sintetizzato in questa tesi propone un proprio modello di innovazione sostenibile, prendendo in prestito la visione e il mindset della cultura Imprenditoriale e l’esperienza progettuale nel campo del Design. Il risultato è la definizione di una “cassetta degli attrezzi”, che noi amiamo chiamare metodologia, con cui si propone una guida per gli innovatori o aspiranti tali, per perseguire risultati di valore all’interno delle iniziative innovative intraprese siano esse di stampo imprenditoriale o all’interno di organizzazioni già costituite. Un valore che noi definiamo come l’equilibrio tra aspetti economici, sociali e ambientali, o semplicemente sostenibilità, e che abbia una visione a lungo termine mettendo in relazione i bisogni di oggi con quelli delle generazioni avvenire. Un modello che ha portato alla definizione e alla riorganizzazione di strumenti già noti all’interno dei singoli temi ma che assumono un livello di novità nel processo di progettazione della metodologia proposta del Sustainable Innovation Design. Data la premessa la tesi è suddivisa in quattro capitoli principali. Il primo capitolo si focalizza sull’introduzione dei tre settori in oggetto con una rielaborazione sintetica delle definizioni e degli studi compiuti sulla teoria dell’innovazione, dell’imprenditorialità, del design e delle relazioni che intercorrono tra essi. All’interno dello stesso si analizzano anche le similitudini tra gli attori dell’innovazione, i designer e le figure imprenditoriali, i trend e le necessità in ambito innovativo a livello top-down (impresa) e bottom-up (startup). Il secondo capitolo affronta la parte di analisi delle diverse metodologie e dei diversi processi utilizzati nel campo dell’innovazione attraverso una mappatura delle metodologie in uso nel campo innovativo proponendo un’analisi con diverse chiavi di lettura. Il risultato accompagnato dalla descrizione delle principali e più importanti esperienza vissute sul campo in ambito innovativo e imprenditoriale rappresentano il substrato della formulazione della metodologia presentata nel capitolo successivo. Il terzo capitolo della tesi descrive, infatti, la proposta metodologica dell’Innovation Sustainable Design comprensiva di una definizione della visione a cui deve tendere l’iniziativa innovativa che con la metodologia si mira raggiungere, la descrizione dell’approccio al progetto e dell’ecosistema in cui esso si inserisce fino alla formulazione del processo, step by step, di un progetto di innovazione dalla sua ideazione al suo risultato finale. Il quarto capitolo descrive gli strumenti in cui la metodologia viene promossa e sperimentata con la presentazione dell’Innovation Design Lab, il laboratorio sperimentale nato per essere il contenitore e l’acceleratore del Sustainable Innovation Design e delle prerogative e della descrizione di un percorso formativo che ha l’obiettivo di trasmettere i sui concetti e i suoi strumenti. Infine nelle conclusioni vengono presentati i primi risultati della metodologia e i passi futuri a cui tende questo lavoro di ricerca. Questa tesi rappresenta un lavoro metodico che ha avuto e ha come scopo finale quello ordinare e mettere in pratica concetti e pratiche del design sostenibile in un campo vasto e variegato come quello dell’innovazione. Il risultato è un “oggetto” di ricerca che vuole essere da stimolo per la promozione della cultura innovativa sostenibile, nonché un punto di partenza per una maggiore sperimentazione nell’interazione tra il mondo del design, dell’innovazione, dell’imprenditoria nell’ambito della ricerca.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PHD_Thesis_Gaiardo_IESD.compressed.pdf

non disponibili

Descrizione: innovazione, imprenditorialità e design sostenibile
Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Non Pubblico - Accesso privato/ristretto
Dimensione 4.03 MB
Formato Adobe PDF
4.03 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11583/2644837
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo