Censimenti e catalogazioni, tra discrezionalità ed esaustività