Un contratto sociale tra città e campagna