Un'icona pascoliana e una possibile 'presenza'