Il verde e il rudere: un legame indissolubile