Malgrado le incertezze che incombono sulla Costituzione europea (e, mai come oggi, sul complessivo processo d’integrazione), gli urbanisti dovrebbero sentirsi interessati dal riconoscimento esplicito della dimensione “territoriale”, oltre che economica e sociale, del principio di “coesione”: quel principio che, inserito nei Trattati europei alla fine degli anni ’80, ha sancito la scelta di governare dal livello comunitario gli effetti distributivi di un mercato interno destinato a perdere le frontiere e, con esse, molti poteri nazionali d’indirizzo e di controllo.

Dopo la coesione territoriale / JANIN RIVOLIN YOCCOZ, Umberto. - STAMPA. - (2006), pp. 69-69.

Dopo la coesione territoriale

JANIN RIVOLIN YOCCOZ, Umberto
2006

Abstract

Malgrado le incertezze che incombono sulla Costituzione europea (e, mai come oggi, sul complessivo processo d’integrazione), gli urbanisti dovrebbero sentirsi interessati dal riconoscimento esplicito della dimensione “territoriale”, oltre che economica e sociale, del principio di “coesione”: quel principio che, inserito nei Trattati europei alla fine degli anni ’80, ha sancito la scelta di governare dal livello comunitario gli effetti distributivi di un mercato interno destinato a perdere le frontiere e, con esse, molti poteri nazionali d’indirizzo e di controllo.
9798876030122
Rapporto dal territorio 2005
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11583/1604664
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo